Logo InAudita.com
Powered by Traduttore
Italian Inglese French German Spanish

Ansa 24/24 --> Inaudita World Wide Report

Auto in generale AUDI e non...

Re: Ansa 24/24 --> Inaudita World Wide Report

Avatar utente
da Sunshine 15/09/2016, 14:40
Patente, stop allo stress da rinnovo: ora si fa tutto on line

ROMA - Si parla tanto di questi tempi di burocrazia (per ridurla) e di flessibilità (per aumentarla). Qualcuno ha già raggiunto questi obiettivi. Il rinnovo della patente non è più un incubo: perdita di tempo e costi sono diminiuti grazie al network www.rinnovopatenti.it, marchio registrato nel 2014, in continuo sviluppo per migliorarne l’efficacia. Tutto parte dal clic su internet sul sito citato. Digitando l'indirizzo internet si accede a una piattaforma semplice e intuitiva che permette agli utenti di prenotare online la visita medica per il rinnovo della patente di guida.

«Lo scopo era rendere tutto più facile e assolutamente trasparente - spiega l’ideatore dell’iniziativa, Antonio D’Amelio -. Per questo abbiamo integralmente rinnovato e semplificato il sito, a partire dalla home-page, e introdotto novità pratiche di grande importanza come la versione mobile. Si può prenotare rapidamente con qualsiasi computer, smartphone o tablet, da qualsiasi posto in cui ci si trovi». Come funziona in pratica? Per usufruirne bastano pochi minuti, Prenotare è estremamente intuitivo. Basta collegarsi online, scegliere il luogo e la data della visita medica richiesta e indicare il numero della patente con le proprie generalità: tra i grandi vantaggi c’è quello di poter effettuare la visita anche lontano dalla propria residenza, magari durante una pausa di un viaggio di lavoro. Anche di sabato o di domenica, servizio che normalmente le autoscuole e gli uffici Aci non forniscono.

Il sito indica disponibilità, costi e orari di ogni studio medico, oltre a fornire gratuitamente i quiz necessari al conseguimento della patente e video lezioni di teoria di guida. Il network nazionale comprende al momento 30 studi aderenti dislocati in 18 città che coprono le principali regioni italiane e offrono una copertura capillare nelle principali metropoli (tra cui Roma, dove sono già 12 gli studi disseminati in diverse aree urbane, Milano, Bologna, Torino). A breve i medici convenzionati aumenteranno in tutta Italia e saranno anche coinvolte numerose autoscuole. Il prezzo (che parte da 70 euro complessivi, ma varia in funzione dello studio scelto, comprende la marca da bollo e il versamento postale) è un ulteriore concreto vantaggio, perché è molto competitivo e viene indicato chiaramente al momento della prenotazione. Il sistema offre la possibilità di pagare subito con carta di credito, ma anche la facoltà (per chi lo preferisce o non gradisce inserire online i dati della propria carta) di pagare in seguito, direttamente al medico dopo la visita, in contanti.

Questo è l’unico servizio del genere disponibile in Italia, è garantito anche dalla presenza sulle home page di importanti quotidiani e periodici nazionali, ed è stato ora ottimizzato dopo due anni di sperimentazione. Molti automobilisti ne hanno già usufruito con successo, in tutta Italia. Naturalmente la nuova patente di guida (non esiste più il vecchio tagliando adesivo) verrà inviata dalla motorizzazione di Roma direttamente al domicilio dell’utente, come avviene dovunque venga rinnovata. Il costo della spedizione, 6,80 euro, dovrà essere corrisposto direttamente al postino al momento del recapito della nuova patente.
Bisogna sempre crederci. Bisogna sempre sperare.
Non bisogna mai arrendersi... Mai mollare!



STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com


RESTA SEMPRE IN CONTATTO CON TUTTI GLI AMICI DI INAUDITA: TELEGRAM FREE COMMUNITY TI ASPETTA ;)
Avatar utente
Offline
Moderatore
Moderatore
Messaggi
26644
Iscritto il
06/05/2005, 8:21
Località
Provincia di Torino

Re: Ansa 24/24 --> Inaudita World Wide Report

Avatar utente
da Sunshine 21/09/2016, 15:36
Ceneri trasformate in diamanti: la Svizzera scopre il nuovo business
I giapponesi fanno la fila. E così i tedeschi, gli austriaci, gli svizzeri. Popoli diversi per latitudine, cultura e religione, accomunati dalla pratica di cremare i defunti. Quando gli si propone di fare un passo più in là, e di portare alle estreme conseguenze il processo di cremazione, trasformando le ceneri del caro estinto in un diamante - cosa che da una decina di anni è possibile in uno stabilimento in Svizzera - non si tirano indietro scandalizzati. Diversamente va in Italia, dove la “diamantizzazione” delle ceneri umane è possibile dal 2009. Se nel mondo si procede al ritmo di 800-900 diamanti umani all’anno, in Italia a malapena c’è una decina di casi. E la società Algordanza non nasconde la delusione. «Siamo lontani dalle attese», riconosce l’amministratore delegato della consociata italiana, Walter Mendizza.

A riaccendere l’attenzione ci pensa ora un disegno di legge del senatore Carlo Giovanardi, che propone di vietare la «diamantizzazione», estendendo il reato di vilipendio di cadavere. L’iniziativa non è sfuggita all’attenzione di Mendizza. «Il senatore - dice - forse non ha capito bene lo spirito dell’iniziativa. Per noi, la cosa peggiore è l’abbandono dei defunti. Intendo i nostri cimiteri, luoghi senza alcuna grazia, inadatti ad accogliere i nostri cari. Peggio ancora per la dispersione delle ceneri in aria. Capisco l’aspetto romantico, ma siamo agli antipodi. Il defunto deve essere sempre con noi, in un diamante che portiamo al collo o al dito». E mentre parla, indica un diamante che porta al collo: «È mia madre».

A sette anni dal lancio dell’iniziativa in Italia, si può azzardare un primo bilancio. Il cliente-tipo di Algordanza è una donna, di buona o ottima cultura, non necessariamente di alta classe sociale. Vive rigorosamente nel Centro-Nord. C’è stato un unico caso in Sicilia, l’eccezione che conferma la regola.

In tanta ritrosia italica, c’entra sicuramente l’aspetto economico: l’operazione di trasformare in Svizzera le ceneri del defunto costa 14 mila euro se si richiede un diamante da 1 carato, 4 mila se si vuole il diamante più piccolo da 0,3 carati. Ma la questione è innanzitutto culturale. Gli italiani evidentemente non se la sentono di fare questo tipo di salto nella tecnologia. «Ormai - racconta ancora Walter Mendizza - abbiamo accumulato una certa esperienza. Di fronte alla nostra proposta, gli italiani si dividono radicalmente tra entusiasti e inorriditi. Una via di mezzo non c’è».

Gli entusiasti sono quelli che vedono nella «diamantizzazione» l’occasione per non dimenticare i loro cari. Per averli sempre con sé, in senso letterale. La stragrande maggioranza di chi ha stipulato un contratto con Algordanza ha scelto il formato del diamante da anello. Gli inorriditi, al contrario, sono quelli che vedono un immondo commercio nel procedimento di Algordanza. Una macabra operazione commerciale. L’ennesimo insulto che la tecnologia lancia contro i buoni sentimenti.

«Polvere sei e polvere ritornerai», dice la Bibbia. La religione cattolica prevede non a caso la cerimonia delle Ceneri come atto di contrizione. Non era previsto che nel Terzo Millennio la polvere, ossia la cenere umana, attraverso un complesso procedimento che la trasforma prima in carbonio e poi in grafite attraverso acidi, presse, e forni, riproducendo in laboratorio i processi millenari della Terra, potesse diventare uno splendente diamante. E ora che la tecnologia ci pone di fronte all’ennesimo problema bioetico, come ce la caviamo? A giudicare dalla risposta italiana con un secco «no, grazie».


:supersmileys
Bisogna sempre crederci. Bisogna sempre sperare.
Non bisogna mai arrendersi... Mai mollare!



STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com


RESTA SEMPRE IN CONTATTO CON TUTTI GLI AMICI DI INAUDITA: TELEGRAM FREE COMMUNITY TI ASPETTA ;)
Avatar utente
Offline
Moderatore
Moderatore
Messaggi
26644
Iscritto il
06/05/2005, 8:21
Località
Provincia di Torino

Re: Ansa 24/24 --> Inaudita World Wide Report

Avatar utente
da Sunshine 29/09/2016, 9:16
WhichApp, il WhatsApp italiano con più funzioni

Traduce i messaggi in altre lingue, aiuta a conoscere nuovi amici, permette di trasmettere video in diretta. E piace anche all'estero
Poliglotta automatico

Conversare con gli utenti di ogni Paese diventa facile e immediato. Se per esempio la persona con cui stiamo parlando ha impostato l’inglese come sua lingua principale, sarà il sistema a tradurre da solo le frasi che gli scriviamo in italiano. Il contrario succederà con le sue risposte.


Ricorda WhatsApp, ma senza l’incubo ansiogeno delle spunte blu: sappiamo se il nostro messaggio è stato consegnato, non se è stato letto dal destinatario. Include frammenti di Snapchat: si può decidere che una foto, un video o una frase si cancellino a pochi secondi dall’arrivo sul telefonino dell’interlocutore. In aggiunta, c’è un tris di funzioni innovative: dal traduttore istantaneo incorporato alla diretta video integrata, fino a un radar tipico dei siti di dating per accendere potenziali fiamme.

In una parola, WhichApp, programmino per Android e iPhone che marcia velocissimo: durante l’estate i suoi utenti sono più che raddoppiati rispetto ai 350 mila censiti a maggio. È tutto italiano, lo hanno sviluppato a Roma, ma è disponibile nelle principali lingue del pianeta. E si sta facendo conoscere e apprezzare all’estero, in particolare in India, dove si concentra il 15 per cento degli iscritti.

«Il merito è di una recensione positiva di un sito locale che ha innescato un gigantesco passaparola» racconta Vincenzo Galizia, cofondatore del servizio assieme al fratello Stefano. «Siamo ancora all’inizio» anticipa: «Stiamo lavorando a una versione per iPad e a una per i computer fissi e portatili. Inoltre, a breve, si potrà scambiare denaro all’interno delle chat, singole o di gruppo. Saremo tra le poche app al mondo a offrire questa possibilità».


resteremo fedeli al nostro TELEGRAM? :charuay
Bisogna sempre crederci. Bisogna sempre sperare.
Non bisogna mai arrendersi... Mai mollare!



STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com


RESTA SEMPRE IN CONTATTO CON TUTTI GLI AMICI DI INAUDITA: TELEGRAM FREE COMMUNITY TI ASPETTA ;)
Avatar utente
Offline
Moderatore
Moderatore
Messaggi
26644
Iscritto il
06/05/2005, 8:21
Località
Provincia di Torino

Re: Ansa 24/24 --> Inaudita World Wide Report

Avatar utente
da Sunshine 22/11/2016, 15:13
Ecco il sistema Pegasus: raffiche di multe in arrivo

Non più solo gli autovelox a terra e i vigili urbani: ora gli automobilisti dovranno guardare in alto per sapere da dove gli arriva la multa. È stato attivato il sistema Pegasus, un modo che permetterà agli elicotteri che pattugliano le strade italiane di multare quelle persone che commettono scorrettezze al volante.
A rivelarlo è studiocataldi.it, che ha spiegato come questo sistema, già attivo da tempo in Spagna, stia per arrivare anche in Italia. L'ultimo incubo degli automobilisti è fatto da un sensore radar montato sugli elicotteri e da due telecamere che riprendono l'auto da sanzionare e la sua targa. I sensori riescono a calcolare la velocità del mezzo che sfreccia sulle strade da una altezza di 300 metri e a un chilometro di distanza dall'auto vittima della multa.
Non solo. Non appena l'infrazione viene registrata, il sistema Pegasus invia una segnalazione al centro di eleborazione dati che poi la gira direttamente al Comune che dovrà inviare la sanzione al guidatore imprudente. Ovviamente il vantaggio di questo nuovo vigile con le ali è il fatto che l'automobilista non può sapere quando è osservato e frenare in corrispondenza dell'autovelox. Infatti, i dati dicono che Pegasus ha il tasso di infrazioni rilevate in rapporto alle auto controllate più alto rispetto ad altri sistemi di contravvenzione: 17% gli autovelox contro 3,5% di Pegasus.
Bisogna sempre crederci. Bisogna sempre sperare.
Non bisogna mai arrendersi... Mai mollare!



STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com


RESTA SEMPRE IN CONTATTO CON TUTTI GLI AMICI DI INAUDITA: TELEGRAM FREE COMMUNITY TI ASPETTA ;)
Avatar utente
Offline
Moderatore
Moderatore
Messaggi
26644
Iscritto il
06/05/2005, 8:21
Località
Provincia di Torino

Re: Ansa 24/24 --> Inaudita World Wide Report

Avatar utente
da Sunshine 26/01/2017, 16:06
Multato per eccesso di velocità: "Mi ha spinto il vento forte"

Una scusa decisamente improbabile, quella di un automobilista multato per eccesso di velocità. L'uomo, infatti, una volta fermato alla guida della propria auto si è giustificato così con gli agenti: «Non è colpa mia, ero spinto dal forte vento».

multa.JPG


I fatti sono avvenuti tre giorni fa nella a Three Springs, nella regione australiana del Midwest. La polizia, dopo aver comminato la sanzione, ha pubblicato la foto su Twitter ironizzando sulla futile giustificazione dell'automobilista. Come riporta Metro.co.uk, l'uomo era stato beccato alla velocità di 125 km/h lungo una strada dove il limite è di 110. La sua giustificazione, del tutto vana, è così diventata virale: oltre al danno, la beffa social.


Da non crederci... :risata3 :risata3 :risata3
Bisogna sempre crederci. Bisogna sempre sperare.
Non bisogna mai arrendersi... Mai mollare!



STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com


RESTA SEMPRE IN CONTATTO CON TUTTI GLI AMICI DI INAUDITA: TELEGRAM FREE COMMUNITY TI ASPETTA ;)
Avatar utente
Offline
Moderatore
Moderatore
Messaggi
26644
Iscritto il
06/05/2005, 8:21
Località
Provincia di Torino

Re: Ansa 24/24 --> Inaudita World Wide Report

Avatar utente
da Sunshine 10/02/2017, 11:59
Cade per una buca ed è multata, per i vigili doveva evitarla

Finisce a terra a causa di una buca, ma i vigili la multano perché non ha saputo evitarla. E’ una storia che ha veramente dell’incredibile quella accaduta a una donna di Rovigo, vittima, mentre si trovava alla guida del suo motorino, di un gravissimo incidente in viale Porta Adige.
La donna, un’ottantenne in perfetto stato di salute, il 2 gennaio scorso, attorno alle 11, stava percorrendo la Statale 16 per fare ritorno a casa, quando, all’altezza del civico 45, poco distante dal supermercato Alìper, a causa di una delle tante buche presenti in quel tratto, è improvvisamente finita a terra.
L’impatto con l’asfalto è stato tremendo. La scooterista, nonostante indossasse il casco, in seguito alla caduta ha infatti riportato diverse ferite al capo. A soccorrerla, in quegli istanti, erano stati due agenti delle Volanti in borghese, rimasti accanto all’anziana fino all’arrivo dei sanitari del 118. Le condizioni della donna, giunta al pronto soccorso in stato confusionale, erano apparse subito abbastanza gravi.
Ferite gudicate dai medici guaribili in 34 giorni. Finalmente, l’altro giorno, dopo circa un mese di ricovero in ospedale l’anziana è tornata a casa. Ma al danno, si aggiunge la beffa. La vittima, varcata la soglia della sua abitazione di viale Porta Adige, si è vista annunciare della polizia municipale di Rovigo un verbale a suo carico.
I vigili urbani che erano intervenuti in seguito al sinistro, nella relazione dell’incidente, attribuiscono infatti alla donna la violazione dell’articolo 141, comma II, del codice della strada: ossia «il conducente deve essere sempre in grado di conservare il controllo del proprio veicolo e di compiere tutte le manovre necessarie in condizioni di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo entro i limiti del suo campo di visibilità ed innanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile». In pratica, secondo la polizia municipale la donna avrebbe dovuto «schivare la buca» con uno slalom o alzarsi in piedi per diminuire l’impatto con il dislivello incontrato.
E siccome, secondo la relazione dei vigili l’anziana non ha fatto ciò, ora rischia pure una sanzione che va da 41 a 168 euro. Immediata la reazione dei famigliari dell’anziana che, oltre al danno subito dalla madre in seguito all’avvenuto sinistro, si sono visti recapitare pure un verbale a cui seguirà addirittura una contravvenzione.
Il figlio della donna spiega che la madre, prima dell’incidente, era una persona molta attiva, godeva di ottima salute ed era abituata a spostarsi da sempre a bordo del suo Ciao Piaggio. Il problema spiega, è che, ormai da troppo tempo, viale Porta Adige, è diventato un vero e proprio percorso ad ostacoli.
Basta infatti fare un giro in quella zona per accorgersi delle condizioni in cui si trova in quel tratto l’asfalto, le buche e i dislivelli mettono a serio rischio soprattutto i ciclisti ed chi si trova alla guida un motociclo. Tratto di strada la cui manutenzione spetta al Comune di Rovigo. Probabilmente i vigili hanno operato secondo la normativa statale e, non potendo fare altrimenti in quanto, rilevato un incidente stradale, non applicare gli atti conseguenti comporterebbe per loro un reato penale cioè omissione d’atti d’ufficio.
La famiglia della donna ha spiegato di avere dato mandato al proprio legale di fiducia, l’avvocato Adriano Trevisan di Padova, l’incarico di tutelare i diritti dell’anziana che ora, oltre ai problemi di salute, probabile si trovi pure a fare i conti con una sanzione del codice della strada per il fatto di non essere stata in grado di fare uno slalom o un salto degno di un esperto di motocross.



Ma si può??? :huum :charuay :gangster
Bisogna sempre crederci. Bisogna sempre sperare.
Non bisogna mai arrendersi... Mai mollare!



STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com


RESTA SEMPRE IN CONTATTO CON TUTTI GLI AMICI DI INAUDITA: TELEGRAM FREE COMMUNITY TI ASPETTA ;)
Avatar utente
Offline
Moderatore
Moderatore
Messaggi
26644
Iscritto il
06/05/2005, 8:21
Località
Provincia di Torino

Re: Ansa 24/24 --> Inaudita World Wide Report

Avatar utente
da Sunshine 10/04/2017, 13:21
Viasat: diminuiscono i furti d’auto

Dalla 12esima edizione della Guida alla Sicurezza Stradale promossa da Viasat Group, è emerso che in Italia diminuiscono i furti d’auto, ma che l’emergenza resta forte in alcune regioni del centro-sud. Inol tre, quando vengono ru bate, oltre la metà delle vetture non si ritrovano più. La ricerca, basata sulle ultime stime della Polizia di Stato, rivela che nel 2016 sono state rubate in Italia 108.090 auto (compresi furgoni e fuoristrada), pari ad una flessione del 5,28% rispetto al bilancio precedente. Sono in ogni caso sempre 9.000 al mese, 300 al giorno e oltre 12 l’ora i veicoli sottratti al legittimo proprietario. Viasat ricorda che la soluzione migliore è la tecnologia satellitare.
Bisogna sempre crederci. Bisogna sempre sperare.
Non bisogna mai arrendersi... Mai mollare!



STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com


RESTA SEMPRE IN CONTATTO CON TUTTI GLI AMICI DI INAUDITA: TELEGRAM FREE COMMUNITY TI ASPETTA ;)
Avatar utente
Offline
Moderatore
Moderatore
Messaggi
26644
Iscritto il
06/05/2005, 8:21
Località
Provincia di Torino

Re: Ansa 24/24 --> Inaudita World Wide Report

Avatar utente
da Sunshine 03/05/2017, 15:03
Ecco le nuove regole per la revisione dell'auto

Cambiano le regole per la revisione dei veicoli. L'Italia entro il 20 maggio dovrà adeguare le normative alla direttiva europea che introduce il Certificato di Revisione. Le nuove disposizioni saranno operative dal prossimo anno. Le nuove norme metteranno nel mirino soprattutto il personale che dovrà effettuare periodicamente la revisione e il proprietario che è garantedello stato del veicolo. Il punto più importante che viene tenuto in considerazione è il chilometraggio del veicolo. Tutti i dati confluiranno in un documento unico che verrà poi caricato sul Portale dell'Automobilista. Le misure hanno un obiettivo chiaro: evitare frodi sul chilometraggio soprattutto nella compravendita di automobili. Di fatto gli ispettori con una rapida ricerca potranno individuare il tipo di veicolo e tutti i dat sul chilometraggio inserite dal centro revisioni. Secodo la direttiva Ue questo nuovo documento e soprattutto i maggiori controlli online dovrebbero combattere tutte le frodi sulla compravendita dei veicoli. Insomma per chi manomette il chilometraggio dal prossimo anno la vita sarà più difficile...
Bisogna sempre crederci. Bisogna sempre sperare.
Non bisogna mai arrendersi... Mai mollare!



STAFF INAUDITA.COM
Insieme per Passione
www.inaudita.com
Mail: staff@inaudita.com


RESTA SEMPRE IN CONTATTO CON TUTTI GLI AMICI DI INAUDITA: TELEGRAM FREE COMMUNITY TI ASPETTA ;)
Avatar utente
Offline
Moderatore
Moderatore
Messaggi
26644
Iscritto il
06/05/2005, 8:21
Località
Provincia di Torino

Ordina Per

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Google [Bot] e 1 ospite

Vai a